ungiornounastoria

Ogni giorno, una storia. Una storia al giorno. Come le mele.

Domani sarai un cavaliere, oggi…

Un giovane un giorno decise: voleva diventare un cavaliere. Armato solo delle migliori intenzioni, e di buone gambe per andare dove il suo signore, dove il cuore, dove il servizio l’avessero portato.

Armato di poco, giovane e sbarbato, con più domande che risposte per la testa.

Per divenire un cavaliere, bisognava vegliare una notte intera. Sotto le stelle, sotto lo sguardo di un dio, e di fronte a se stessi.

La chiamavano veglia d’armi. Non meno importante della stessa investitura.

 

Saprai essere un uomo d’onore? Sì.

Offrirai il tuo servizio ad ogni creatura che ne mostrerà il bisogno? Sì.

Rispetterai la legge dei cavalieri? Sì.

 

Giovane che sogni, domani sarai un cavaliere, oggi veglia. Veglia.

 

Annunci

Gogol lo disse: “Il passato è una ferita aperta”

Un vecchio attore, un teatro vuoto, un suggeritore che è spalla e pubblico, rimpianti, Shakespeare. Molto Shakespeare.

Il canto del cigno di Kenneth Branagh.

La seconda parte è qui.