ungiornounastoria

Ogni giorno, una storia. Una storia al giorno. Come le mele.

Categoria: Uncategorized

Domani sarai un cavaliere, oggi…

Un giovane un giorno decise: voleva diventare un cavaliere. Armato solo delle migliori intenzioni, e di buone gambe per andare dove il suo signore, dove il cuore, dove il servizio l’avessero portato.

Armato di poco, giovane e sbarbato, con più domande che risposte per la testa.

Per divenire un cavaliere, bisognava vegliare una notte intera. Sotto le stelle, sotto lo sguardo di un dio, e di fronte a se stessi.

La chiamavano veglia d’armi. Non meno importante della stessa investitura.

 

Saprai essere un uomo d’onore? Sì.

Offrirai il tuo servizio ad ogni creatura che ne mostrerà il bisogno? Sì.

Rispetterai la legge dei cavalieri? Sì.

 

Giovane che sogni, domani sarai un cavaliere, oggi veglia. Veglia.

 

A qualcuno piace grigio

Non ai cagliaritani, però, che la brutta storia del Poetto se la sono legata al dito… Per loro, quella del Poetto è una delle tante storie sbagliate  legate alle amministrazioni. Non toccheremo la questione dei casotti, ancora molto calda, ma come vedete il vaso di Pandora sarebbe bello pieno…

I cagliaritani non hanno bisogno che si rinfreschi la memoria, anche se sono passati più di dieci anni. Per tutti gli altri, in breve, la storia è quella di una spiaggia bianchissima e dalla sabbia finissima che, a poco a poco, arretra per effetto del vento del mare. C’è chi progetta un ripascimento: ripescare in mare la sabbia necessaria a salvare la spiaggia. Solo che, quando questo avviene, la sabbia è grigia e grossa, tutt’altro che la stessa. Oggi pare che l’intervento sia stato dannoso e sostanzialmente inutile.

Oltre alla voce di Wikipedia, ben documentata con articoli più e meno recenti, potete approfondire la questione qui, sul sito dell’Associazione Parco Molentargius, dove si trova anche un rassicurante – se le cose non fossero andate in tutt’altra maniera – opuscolo della Provincia.

Dell’arrabbiatissimo Massimo Manca (realcaimani), trovate un post del 18 marzo scorso, ma non è il solo.

Anche l’Associazione Gruppo d’Intervento Giuridico è schierata, e contro, anche qui trovate una cronaca delle vicende a proposito del risarcimento.

E per farvi un’idea vostra, se passate per Cagliari, venite a fare un bagno sulla – grigia ma sempre cara ai cagliaritani – spiaggia del Poetto.

Il Poetto, stabilimento Il Lido – Foto Giuseppe Ungari da unionesarda.it

 

Per cominciare, C’era una volta una storia

Come inizio non c’è male: per oggi dovete fidarvi di me.

La prima storia è il racconto di una storia scritta da altri, ovvero una recensione. La troverete al più presto su mangialibri.com

C’era una volta una storia di Giovanna Zoboli e Camilla Engman (ovvero di come le storie sanno autogenerarsi e i lettori incoraggiarle: beneaugurando).