A qualcuno piace grigio

di annixedda

Non ai cagliaritani, però, che la brutta storia del Poetto se la sono legata al dito… Per loro, quella del Poetto è una delle tante storie sbagliate  legate alle amministrazioni. Non toccheremo la questione dei casotti, ancora molto calda, ma come vedete il vaso di Pandora sarebbe bello pieno…

I cagliaritani non hanno bisogno che si rinfreschi la memoria, anche se sono passati più di dieci anni. Per tutti gli altri, in breve, la storia è quella di una spiaggia bianchissima e dalla sabbia finissima che, a poco a poco, arretra per effetto del vento del mare. C’è chi progetta un ripascimento: ripescare in mare la sabbia necessaria a salvare la spiaggia. Solo che, quando questo avviene, la sabbia è grigia e grossa, tutt’altro che la stessa. Oggi pare che l’intervento sia stato dannoso e sostanzialmente inutile.

Oltre alla voce di Wikipedia, ben documentata con articoli più e meno recenti, potete approfondire la questione qui, sul sito dell’Associazione Parco Molentargius, dove si trova anche un rassicurante – se le cose non fossero andate in tutt’altra maniera – opuscolo della Provincia.

Dell’arrabbiatissimo Massimo Manca (realcaimani), trovate un post del 18 marzo scorso, ma non è il solo.

Anche l’Associazione Gruppo d’Intervento Giuridico è schierata, e contro, anche qui trovate una cronaca delle vicende a proposito del risarcimento.

E per farvi un’idea vostra, se passate per Cagliari, venite a fare un bagno sulla – grigia ma sempre cara ai cagliaritani – spiaggia del Poetto.

Il Poetto, stabilimento Il Lido – Foto Giuseppe Ungari da unionesarda.it

 

Annunci